slums

e che cosa è una rosa, ora si sa

ora, passata l'età delle rose

sullo spino ne brilla ultima una

e tutta sola tutti i fiori ha in sé

 

J. W. Goethe

Slums

Bajofondo 

Un’unica musa d’asfalto intreccia le storie del West Side con quelle dei sobborghi di Buenos Aires, le musiche di Leonard Bernstein con lo spinoso tango di Astor Piazzolla. Sentimenti tanto profondi da essere a noi stessi invisibili. Il tango è tutto qui, in questi corpi stretti nella necessità dell'abbraccio, che è la necessità di non restare soli, di resistere ai venti di guerra, alla miseria e al dolore, all'impossibilità di cambiare il proprio destino.

 

Non c’è cena o pranzo o soddisfazione del mondo, che valga una camminata senza fine per le strade povere, dove bisogna essere disgraziati e forti, fratelli dei cani

P. Pasolini

creazione e coreografia

Mariachiara Michieli
 

musica

Astor Piazzolla e Leonard Bernstein

 

luci

Chris Young
 

scene e costumi

Mariachiara Michieli e Marco Castellani

 

per quattro danzatori

 

musicisti

Sexteto Canyengue

 

debutto

Florence Dance Festival

Firenze 2002

 

teatri principali

Bassano Opera Festival

Auditorium D'Annunzio, Pescara

dalla stampa

Tango, dolore e ribellione

La NCT in trionfo a Bassano

Ancora una serata di grande balletto al Teatro Astra di Bassano nell'ambito di Operaestate Festival  Veneto con la Nueva Compania Tangueros. Ancora emozioni represse, esplosione di sentimenti, quasi parole sussurrate o gridate attraverso musica e danza, ad un pubblico teso, via via sempre più partecipe, quasi fino allo stesso spasimo che i ballerini vivono sulla scena. Questi narrano in tensione di corpo, in scatti improvvisi, in rapidi passi, in languori e abbandoni che la musica sottolinea negli aspri vigori di Astor Piazzolla e nelle melodie di Leonard Bernstein, nelle coreografie di Mariachiara Michieli, i mondi dei quartieri poveri di New York e di Buenos Aires. Crea brivido l'esecuzione della romanza Maria di West Side Story, mentre in scena i danzatori sono le creature di un mondo universale, delle quali violenze e dittature non riescono a spegnere i sogni. I quattro ballerini sono l'umanità intera, al di là di linguaggi e colore, sono amore e forza distillati in maschere tragiche, nel rapido sorriso di un mambo-tango vestito di rosso e argento. L'applauso del pubblico, che ha sottolineato le esecuzioni più e più volte, esplode nel finale in largo consenso.

Il Giornale di Vicenza - 2002

COPYRIGHT MARIACHIARA MICHIELI 2019

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey YouTube Icon