tangueros

la storia della vita è così corta
che facciamo per pensarci e siam passati
ci cerchiamo, vogliamo stringere

vogliamo la vita
e lei, la vita, era nel cercare

 

Franco Loi

tangueros

1992/1996

Tangueros

è uno spettacolo antologico che ho creato nel 1992 insieme a Marco Castellani e Alejandro Aquino, su commissione del Festival Oriente-Occidente di Rovereto. Tangueros risponde a una definizione stilistica precisa. Coreografia, musica, luci, costumi, regia, tutte le risorse della macchina scenica cospirano per dare al tango una forma teatrale all’altezza della sua nuova casa. Non più un campionario di esibizioni, ma scrittura corporea articolata e rigorosa, spesso ritagliata dal controluce o sfumata nella penombra. Tango nudo e crudo, lontano dai cliché e vicino all’anima aristocratica della milonga, cui si rende omaggio in un quadro che si chiude con una poesia di Franco Loi. Nel primo tour le musiche sono eseguite dal Sexteto Tango nella sua line-up originale con Osvaldo Ruggiero, Emilio Balcarce, Oscar Herrero, Alcides Rossi, e negli anni successivi dall’Orquesta Color Tango, continuatori dello stile di Pugliese.

dalla stampa

Tango sfrenato che trionfo a Rovereto

…Tutt’altro clima quello offertoci in due serate gremitissime dal gruppo Tangueros di Alejandro Aquino, Mariachiara Michieli e Marco Castellani, spettacolo realizzato per Oriente-Occidente, equilibratissimo, elegante, perfetto. Se gli esteti del Settecento erano soliti esclamare: “Quante cose in un minuetto!”, quelli del Ventesimo secolo possono dire altrettanto per il tango. Queste cose le hanno espresse tutti i ballerini dei Tangueros con le loro gambre sinuose e insinuanti, i piedi nervosi, i corpi allacciati, con gli sguardi torvi degli uomini e le risposte morbide delle donne, una delle danze nelle quali la virilità esplode in tutta la sua fierezza e il virtuosismo, questo si eccellente, si fa concreta emotività visiva del movimento. Impossibile elencare qui i nomi degli interpreti tutti, ma di una danzatrice italiana patita del tango, Mariachiara Michieli, sono da elogiare bellezza e bravura. E gli applausi sono scrosciati ripetuti, prolungati, durante e alla fine dello spettacolo, festosissimi.

Alberto Testa, La Repubblica - 1992

creazione

Mariachiara Michieli, Alejandro Aquino e Marco Castellani

 

coreografia

Mariachiara Michieli e Alejandro Aquino

 

musica

Autori Vari

 

per sei danzatori

 

musicisti

Sexteto Tango

Osvaldo Ruggiero, bandoneon

Alejandro Zarate, bandoneon

Emilio Balcarce, violino

Oscar Herrero, violino

Leonardo Fernandez, piano

Alcides Rossi, contrabbasso

 

Color Tango

Roberto Alvarez, bandoneòn
Horacio Romo, bandoneòn
Carlos Piccione, violino
Fernando Rodriguez, violino
Gustavo Hunt, tastiere
Cristian Zarate, pianoforte
Amilcar Tolosa, contrabbasso

debutto

Festival Oriente-Occidente, Rovereto

Auditorium S. Chiara, Trento

Teatro Zandonai, Rovereto

 

teatri principali

Teatro Regio, Torino

Teatro Comunale, Ferrara

Teatro Comunale, Alessandria

Teatro Regio, Parma

Teatro Testoni, Bologna

Teatro della Tosse, Genova

Teatro Lirico, Cagliari

Teatro Mancinelli, Orvieto

Teatro Morlacchi, Perugia

Palamostre, Udine

La Gran Guardia, Livorno

Teatro Cantero, Chiavari 

La Cavallerizza, Reggio Emilia

Teatro Piccinni, Bari

Teatro Orfeo, Taranto

Teatro Metropolitan, Catania

Teatro Sociale, Como

Teatro Verdi, Padova

Villa Trabia, Palermo

Teatro Comunale, Aquila

Florence Dance Festival

Teatro Civico, La Spezia

Teatro Verdi, Firenze

Teatro Ariston, Sanremo

Teatro Nazionale, Milano

Tangueros scatenati e Rovereto s’infiamma

Tangueros è una lezione rigorosa e coinvolgente sul tango di Buenos Aires.

Mario Pasi, Corriere della Sera - 1992

 

Se la vita è lotta all’ultimo tango

Il teatro, esaurito, è paralizzato dalla tensione. Il prepotente disegno ritmico in due quarti gioca a nascondino. Talora è enunciato, più spesso prende forma a tradimento saltando fuori sconvolgente dal magma sonoro di pianoforte e violini, contrabbasso e bandoneón. Gli archi strappano le note, le distorcono, contro qualsiasi regola armonica. E tutto è attesa, lacerazione, sfida. Appare la prima coppia. Una lei sofisticata, issata su vertiginosi tacchi a spillo e fasciata di verde, affronta il suo Rodolfo in gessato con lo stesso sguardo fiero e gli stessi capelli impomatati tagliati alla garçon. È un duello, la riproduzione del ludus erotico, la lotta implicita in ogni azione che aspiri alla pacificazione della conquista. La danza è secca, essenziale, priva di enfasi. È una danza stilizzata. I nostri Tangueros che firmati Aquino-Michieli-Castellani chiudono in trionfo Rovereto ’92, sono figli di quelle periferiche e iniziatiche milonghe dove il tango-tango si è rifugiato per sottrarsi al tango edulcorato e al turismo di Caminito.

Elsa Airoldi, Il Giornale - 1992

Ballando ballando, il tango ti conquista

1700 spettatori al Teatro Regio per i Tangueros

Il Regio l’altra sera è stato preso d’assalto: giovani e meno giovani alla ricerca di un filo di memoria e di qualche emozione. Sulla nuda scena, luci soffuse, una pedana posta in senso trasversale, i sette appassionati musicisti dell’Orchestra Color Tango. E in pista, soltanto loro: sei tangueros bravissimi, sinuosi, avvincenti, millimetrici, ondeggianti come un oceano, acrobatici fino al virtuosismo… Entusiasmo incontenibile per i 1700 al Regio, che di serate così ne vorrebbero vivere qualcuna in più.

Armando Caruso, La Stampa - 1993

Viaggio nel mondo del tango

Virtuosismo degli esecutori e ottima resa dell’orchestra

… A questa idea del tango, quasi nudo e crudo si potrebbe dire, era ispirato Tangueros, lo spettacolo portato in scena a Bari in un Piccinni gremito, per la stagione della Camerata. Tanghi suonati dall’ottima orchestra Color Tango, ma soprattutto ballati con tecnica ed espressività superbe da tre coppie di eleganti e impomatati danzatori, con in testa due virtuosi del livello di Alejandro Aquino e Mariachiara Michieli.

Ugo Sbisà, La Gazzetta del Mezzogiorno - 1993

Pulsa la passione è tempo di tango

Spoglio, dimostrativo, essenziale. Mariachiara Michieli e Alejandro Aquino, nell’ideare lo spettacolo sul grande tango argentino che replica al Testoni fino a domenica, hanno subito scartato l’ipotesi del colorismo facile. Niente più fondali suggestivi di luci bluastre e di fumo, e sottofondi velenosi da barrio, e la forzata convocazione notturna di tutti gli spiriti dei bassifondi. Qui tutto si deve desumere dal gesto, dai geroglifici eleganti e sinuosi di questo volteggiare. In scena Aquino e Michieli, fin da Recuerdo, il primo brano danzato, danno prova di eleganza altera, di fluida ma anche misuratissima emotività. 

Sergio Colomba, Il Resto del Carlino - 1994

Sensualità e magia dei ritmi argentini

Tangueros: entusiasmo alla Tosse

Raramente capita di assistere a spettacoli di tale avviluppante bellezza, di tanto spessore emotivo, da uscirne poi quasi provati. Tangueros, uno spettacolo firmato dalla coppia Aquino-Michieli e da Marco Castellani, farà rivivere appassionatamente il corpo e il cuore della terra argentina fino a sabato: da non perdere!

Giorgio De Martino, Il Secolo XIX - 1994

Gli spettatori ammaliati da Tangueros

… Tangueros ha ammaliato e stregato il pubblico del Teatro Sociale di Soresina. Mariachiara Michieli e Alejandro Aquino sono risultati i beniamini del pubblico, come si è potuto rilevare dal livello degli applausi a fine spettacolo, e hanno tenuto fede alle attese, confermando di meritare la considerazione di cui godono, cioè di essere una delle migliori coppie al mondo.

Giuliano Bernuzzi, Mondo Padano - 1994

Il tango color di vita. Memorie da Baires

Successo al Teatro Morlacchi

Mariachiara Michieli e Alejandro Aquino, le star indiscusse di Tangueros hanno dimostrato alla platea del Morlacchi (e stasera a quella di Todi) cosa voglia dire “fare” il tango, al di là dei luoghi comuni e delle insulse imitazioni che spesso relegano questo linguaggio d’arte a un rango secontario. Una lezione autentica, con tanto di applausi scroscianti da un pubblico partecipe, perfino commosso da tanta maestria.

La Nazione - 1995

Un sorprendente e seducente tango

Al Teatro Comunale di Cagliari i Tangueros

Sorpresa. Il tango esiste e conquista cuori grazie alla straordinaria compagnia argentina dei Tangueros - approdata ieri e lunedì al Teatro Comunale all’interno della stagione allestita dall’Ente Lirico - custode gelosa come una vestale di un rito sacro, che lo porta in giro per il mondo mostrandolo a piccole dosi. Ecco, questo è il tango. Questa è la danza di Mariachiara Michieli e Alejandro Aquino, ballerini di grande rigore e serietà, interpreti sensibili della musica altrettando affascinante dell’orchestra Color Tango. Tangueros ha incontrato come rare volte accade il favore e l’entusiasmo di un pubblico caloroso.

Walter Porcedda, La Nuova Sardegna - 1995

Piazza Duomo “milonga”

Alejandro e Mariachiara hanno danzato in vera simbiosi

Piazza Duomo si è trasformata in una nuda e spoglia milonga con lo spettacolo Tangueros. Malinconico e struggente, ma anche forte e vitale, il sound bellissimo dell’ orchestra Color Tango discende direttamente da quello di Osvaldo Pugliese, che solo i ballerini più abili si azzardano a danzare. Ma Mariachiara e Alejandro possono farlo perchè sono così bravi da diventare essi stessi uno strumento in più dell’orchestra. Così, mentre è solo una flebile luce a seguirli nel buio della milonga, Mariachiara e Alejandro danzano quasi fossero una sola entità corporea.

Valentina Bonelli, Gazzetta di Parma - 1996

Tangueros, quando la danza diventa eros

… Poi entra in scena la coppia regina del tango Aquino-Michieli che cattura letteralmente il pubblico colpito da uno stile perfetto e un’intensa partecipazione drammatica. Il risultato dello spettacolo? Un godimento per l’orecchio e l’occhio, un magico coinvolgimento dell’immaginazione e dell’emotività. Dieci minuti di applausi ne hanno suggellato il successo. Il pubblico è esigente e sa riconoscere il bello.

Roberto Cannalire, Il Piccolo 1996

COPYRIGHT MARIACHIARA MICHIELI 2019

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey YouTube Icon